Menu di Pasqua al contrario: Millefoglie di carciofi, scampi e patate

Tortino Carciofi Scampi e Patate_ingr.

Continuo con il menu di Pasqua al contrario: siamo partiti dal dolce ed ecco il piatto principale… non essendo io una particolare amante della carne ed in particolare dell’agnello ho pensato ad un secondo di pesce. Per la preparazione ci vuole un po’ di tempo perché bisogna preparare tutte le varie parti che poi andranno a comporre la millefoglie.

Cominciamo con gli ingredienti (per 6 porzioni):
• 6 carciofi
• 2k di scampi (sembra tanto, ma poi una volta puliti rimane poco…)
• 5 patate
• zafferano
• 3 cucchiai di ricotta
• 1 limone
• curcuma
• pomodorini
• basilico
• olio

I compiti più noiosi sono la pulizia dei carciofi e degli scampi. Pulite i carciofi, tagliateli a listarelle e metteteli in una ciotola con dell’acqua e delle fettine di limone. Poi passate alla pulizia degli scampi (bisogna prima di tutto rimuovere zampe e antenne, poi staccare la testa risciacquando bene sotto l’acqua e rimuovendo anche il budello centrale). Se volete semplificarvi la vita, comprate gli scampi già puliti….
A questo punto passiamo alla cottura dei carciofi, che vanno fatti saltare in padella con un filo d’olio e un mestolino d’acqua calda. Aggiungete anche il succo di mezzo limone un cucchiaio di zafferano ed un cucchiaio di curcuma ed infine aggiustate di sale. Lasciateli andare fino a cottura ultimata, girandoli ogni tanto.
In un’altra padella cuocete gli scampi  e teneteli da parte.
A questo punto passiamo alle patate che ci serviranno in due modi: croccanti da mettere in cima alla millefoglie e come spuma per dare morbidezza.
Prendete 2 patate, pelatele e tagliatele a fettine sottili rotonde. Fatele bollire per pochi istanti (circa 2 minuti) in acqua calda salata dopo di ché asciugatele bene e posizionatele su una piastra da forno e spennellatele con un filo d’olio. Cuocetele per 15 minuti a 160° (gli ultimi cinque minuti fatele dorare con il grill).
Bollite le altre 3 patate fino a quando non sono morbide (come per la purè). Schiacciatele montatele con il minipimer insieme alla ricotta, a due cucchiai di acqua di cottura e un pizzico di sale per ottenere una spuma.

Ora componiamo! su una teglia da forno foderata con la carta forno posizionate un coppa pasta e iniziate riempiendolo con uno strato di carciofi pressandoli un po’ con un cucchiaio. Adagiatevi sopra un bello strato di scampi (potete lasciarli o interi o spezzettarli). Infine ricoprite con uno strato di spuma di patate e finite con le rondelle di patate croccanti. Una volta terminato scaldateli in forno per dieci minuti a 160°.

Per dare un tocco di freschezza io li ho serviti con un’insalatina di pomodorini e basilico.

Buona Pasqua!

Tortino Carciofi Scampi e Patate

Annunci

Involtini Primavera My Way

Involtini Primavera

Era da tempo che volevo fare gli involtini primavera. Ci sono ormai quasi ovunque negozietti che vendono cibi etnici e dove si trovano gli ingredienti per fare questo tipo di preparazioni. Io avevo in casa i fogli di pasta di riso che si usano per gli involtini e anche la salsa agrodolce. Entrambi si possono preparare in casa, ma in questo momento devo semplificarmi la vita quindi mi sono occupata solo del ripieno!

Gli ingredienti (per circa 8 involtini):
• 2 carote
• 2 zucchine
• 1 cavolo bianco
• 1 barattolo di germogli di soia
• 8 fogli di pasta di riso
• Salsa alla soia
• Olio di sesamo
• Salsa agrodolce

Tagliate le zucchine e le carote a julienne e fatele saltare in padella fino a quando non diventano dorate e croccanti, aggiungete il cavolo tagliato a listarelle e fate cuocere insieme al resto aggiungendo 3 cucchiai di salsa di soia e qualche goccia di olio di sesamo (ha un sapore deciso quindi regolatevi in base ai vostri gusti personali, a me piace moltissimo quindi ne metto un po’). Quando state ultimando la cottura aggiungete anche i germogli di soia.

Finita la cottura iniziate a comporre gli involtini mettendo un po’ di ripieno sul foglio di pasta che va richiuso a sigaro. Il trucco è posizionare l’impasto verso uno dei bordi, fare un primo giro premendo bene, poi piegare la pasta ai 2 lati e continuare ad arrotolare fino alla fine. per sigillare basta spennellare leggermente il bordo finale con un po’ d’acqua.
Una volta chiusi tutti gli involtini potete cuocerli in forno per 30 minuti a 180° oppure farli saltare in padella con dell’olio di semi.

Serviteli con del riso basmati e sesamo nero e con la salsina agrodolce accanto.

riso basmati

Polpette alle ortiche con salsina allo yogurt

Polpette Ortiche_ingredienti

La prima volta che ho trovato una ricetta con le ortiche ho strabuzzato gli occhi…non potevo credere si potessero mangiare e invece ho scoperto che si usano moltissimo e sono ottime. Non si trovano spesso, io le ho comprate al mercato, dai contadini. I più bucolici potrebbero anche raccoglierle da sé, armati di guanti ovviamente. Quello che bisogna sapere è che dopo poche ore dalla raccolta perdono il loro potere urticante e si possono quindi maneggiare con tranquillità.

Ecco che cosa vi servirà per questa ricetta:

Per le Polpette:
• 250 gr di patate
• 200 gr di ortiche
• 80 gr di parmigiano
• 80 gr di pan grattato
• 2 uova
• noce moscata, sale e pepe

Per la salsa:
• 125 gr di yogurt greco
• 60 gr di maionese
• 1 cucchiaio d’olio extravergine di oliva
• 1 cucchiaio di limone spremuto
• menta e basilico
• sale

Cominciamo dalla salsa che è semplicissima: unite allo yogurt la maionese, il limone e l’olio. Tagliate della menta e del basilico a pezzettini e mescolate alla salsa insieme ad un pizzico di sale. Potete prepararla prima e lasciarla in frigo.

Per le polpette iniziate lessando le patate fino a quando non diventano morbide. Lavate le ortiche e appassitele in acqua bollente salata per 10 minuti. Schiacciate le patate e le ortiche ed unite il resto degli ingredienti: uova, parmigiano, pangrattato e noce moscata. Infine aggiustate di sale e pepe e fate delle polpettine non troppo grosse.
Si possono cuocere in due modi: fritte in abbondante olio di semi (in questo caso bisognerà infarinarle prima e cuocerle fino a quando non risultano dorate) oppure, per una versione più light ma altrettanto buona, in forno per 30 minuti a 190°.
Salatele alla fine e servitele con la salsina.

Polpette alle ortiche

Quiche agli asparagi

Quiche Asparagi_ingredienti

Gli asparagi hanno davvero innumerevoli qualità: sono poco calorici, contengono molta vitamina C, hanno proprietà drenanti e antiossidanti…e quindi vale la pena cucinarli no?

Ingredienti:
• 1 mazzetto di asparagi (ho scelto quelli piccoli che a me piacciono di più)
• 3 uova
• 100 gr di ricotta
• 50 gr di parmigiano
• 1 scalogno
• 1 rotolo di pasta brisée (prossimamente inserirò anche la ricetta per farla in casa, non è per niente difficile bisogna solo avere il tempo di lasciarla riposare in frigorifero almeno un’ora)
• sale e pepe

Per prima cosa bisogna pulire gli asparagi: si deve togliere la parte bianca in fondo al gambo e poi con l’aiuto di un pelapatate spellateli dal gambo fino ad appena sotto la punta, questo serve a togliere il primo strato esterno che è più spesso e potrebbe restare un po’ duro.
Sbollentate gli asparagi per 5 minuti in acqua bollente salata, scolateli e tagliate le punte tenendole da parte. Tagliate i gambi a piccole rondelline e fateli rosolare in padella con uno scalogno tagliato a pezzettini molto piccoli ed un filo d’olio. Lasciateli andare a fuoco medio, mescolando, per circa dieci minuti.
In una ciotola sbattete le uova e aggiungete la ricotta ed il parmigiano. Aggiungete gli asparagi saltati in padella e le punte dopo di ché salate e pepate.

Infornate a 200° per 35 minuti.

Quiche asparagi

Zucchine rotonde ripiene

Zucchine Ripiene

Primo sole, le giornate incominciano finalmente ad allungarsi e dal verduriere ho trovato delle stupende zucchine rotonde…Non le ho mai cucinate seguendo una ricetta precisa, ma sempre improvvisando un po’.

Questa volta ho utilizzato:
• 6 zucchine rotonde
• 1 uovo
• 1 scalogno
• 150 gr di prosciutto cotto
• 100 gr di ricotta
• 80 gr di yogurt greco
• parmigiano
• pan grattato
• salvia, rosmarino e basilico
• sale e noce moscata

Per prima cosa lavate le zucchine e tagliate la calottina superiore. Con l’aiuto di un coltellino e di un cucchiaio private le zucchine dell’interno. Di questo utilizzate solamente la parte più “soda” buttando via le parti più molli e piene di semi. Fate rosolare lo scalogno in una padella con un filo d’olio ed unite l’interno delle zucchine che avete tenuto e che avrete tagliato a pezzetti. Quando vi sembrano cotte spegnete, aggiustatele di sale e mettetele da parte.

In un recipiente unite l’uovo, la ricotta, lo yogurt, il prosciutto cotto tritato finemente, il parmigiano e le zucchine cotte. Tritate le erbe e aggiungetele al composto. Finite con un cucchiaio di pan grattato (serve a dare un po’ di consistenza al ripieno quindi io sono andata ad occhio, non deve essere né troppo liquido né troppo asciutto) ed una grattata di noce moscata. Aggiustate di sale se necessario.

Riempite le zucchine con il ripieno e finite con una spruzzata di pan grattato, un pizzico di parmigiano ed un filo d’olio. Infornate a 170° per 40 minuti circa (controllate dopo una mezzoretta perché dipende molto dal tipo di forno). Volendo potete anche sbollentare le zucchine all’inizio della preparazione per 5 minuti in acqua bollente salata, in questo caso la cottura finale sarà a 200° per 20/25 minuti. Nel primo caso rimarranno un po’ più croccanti, nel secondo un po’ più morbide…a voi la scelta!

Zucchine ripiene_2

Sformatino di merluzzo alle erbe

Sfomatino Merluzzo_2

Mi dà proprio soddisfazione quando con quello che c’è in frigo si riesce a tirar fuori qualcosa di interessante. Le ricette “svuota frigo” normalmente danno ottimi risultati. E così è stato con questi sformatini di merluzzo. Sono facilissimi da preparare e possono diventare un piatto unico se accompagnati da un po’ di riso basmati che io ho servito con una salsina al curry.

Gli ingredienti che ho utilizzato sono:
• 200 gr di filetto di merluzzo
• 2 uova
• 100 gr di ricotta
• 100 gr di robiola (va benissimo usare anche solo o l’una o l’altra)
• timo
• prezzemolo
• noce moscata
• parmigiano
• sale e pepe

Lessate il merluzzo in acqua bollente salata per una decina di minuti. Scolatelo e mettelo nel mixer insieme al resto degli ingredienti: le uova, i formaggi, le erbe (abbondate perché sono quelle che daranno il gusto particolare allo sformato). Infine aggiustate di sale e pepe.

Potete versare il composto in uno stampo unico (tipo da plumcake) oppure in stampini come le cocotte (secondo me cuociono meglio) che prima avrete imburrato. Infornate per 25 minuti a 200°, devono essere un po’ dorati.

Per la salsina al curry sarà sufficiente prendere un po’ di panna da cucina o besciamella e mescolarla con un cucchiaio abbondante di curry ed un pizzico di sale. Sta benissimo sia con il pesce che con il riso (al quale io ho aggiunto anche un pochino di sesamo nero).

Sormato Merluzzo

Tortino di spinaci e feta in pastafillo

Lo spinacio era per gli arabi il Principe degli Ortaggi, ricco di ferro e vitamine e dai mille usi. L’ideale è comprarli freschi, anche se sono noiosi da pulire hanno un sapore decisamente più ricco.
Oggi ho deciso di abbinarli alla feta, fresca e saporita, e di cuocerli nelle cocotte, belle da vedere e comodissime per servire delle monoporzioni. Il tortino di spinaci e feta è ottimo sia come antipasto che come piatto unico. Potete abbinarlo ad un’insalatina di misticanza.

Vi serviranno:
• 1 confezione di pastafillo
• 400 gr. circa di spinaci lessati
• 1 cipolla
• 2 uova
• Feta (io ho usato 2 terzi della confezione, ma a se volete un gusto più deciso potete usarla tutta)
• Parmigiano
• Pinoli
• Sale e Pepe

Tortino Spinaci e Feta_Ingredienti

Cominciamo lessando gli spinaci che andranno poi strizzati in modo da fargli perdere un po’ di acqua. Una volta cotti fate imbiondire una cipolla in una padella con un po’ d’olio e aggiungete gli spinaci. Fateli saltare per qualche minuto fino a quando non si sono insaporiti per bene.
In una ciotola abbastanza ampia versate gli spinaci e unite le uova, la feta, i pinoli (passati in padella), una spruzzata di parmigiano, sale e pepe. Mescolate in modo da amalgamare tutti gli ingredienti.
Prendete le cocotte e foderatele con 5/6 fogli di pastafillo. Tagliate dei quadrati un po’ abbondanti in modo da averne abbastanza per ricoprire poi i tortini.
Riempite ogni cocotte con il composto e richiudete con la pastafillo rimasta in sporgenza. E’ importante dare una spennellata di olio prima di infornare in modo che non risulti troppo asciutta.

Mettete in forno per 40 minuti a 170°.

Tortino Spinaci e Feta