Riso speziato al curry con gamberetti

Riso Basmati al curry con gamberetti

Mi sono chiesta: ma i blogger vanno mai in vacanza??? io mi ci sono ritrovata forzatamente causa isolamento da internet e forse ogni tanto disintossicarsi da questi aggeggi infernali senza i quali ci sembra di impazzire fa anche bene…
Detto questo eccomi qui, ben felice di rimettermi a spadellare e a divertirmi un po’. Il frigo dopo due settimane di assenza piange un po’ miseria, ma qualcosa sono riuscita a tirar fuori dal cilindro, facile, veloce, ma con carattere! L’estate mi fa pensare ai bei viaggi che ho fatto e che spero di rifare al più presto e quindi ecco un piatto un po’ esotico.

Ingredienti:
• 250 gr di riso basmati
• 100 ml di latte di cocco
• 200 gr di gamberetti
• 1 cucchiaino di curcuma
• 1 cucchiaino di curry madras

Cuocete il riso in acqua bollente salata. Nel frattempo in una padella fate saltare per pochi minuti i gamberetti fino a farli diventare un po’ croccanti. In un pentolino scaldate il latte di cocco ed aggiungete il curry e la curcuma. Il profumo è spettacolare ed in più queste spezie danno una colorazione al piatto che adoro, brillante ed allegra. Il latte di cocco non darà troppa dolcezza al piatto come si potrebbe pensare, aiuterà invece a rendere il tutto ben amalgamato.
Una volta scolato il riso aggiungete i gamberetti ed il latte di cocco speziato.

Riso Basmati al curry con gamberetti_1

Annunci

Mexico My Love: il mio Guacamole

Guacamole

Se inizio a parlare del Messico non mi fermo più, per me rappresenta la libertà, il viaggio intenso e ricco, alla scoperta di luoghi incantati, persone amiche che spero di andare presto a trovare, il mare verde acqua e, ovviamente i sapori.
Mangiato a Torino non è la stessa cosa che su una spiaggia bianca al tramonto, ma il guacamole è buono sempre…Questa non è la ricetta originale, ma è come piace me!

Ingredienti:
• 1 avocado abbastanza maturo
• pomodorini datterini
• lime
• basilico
• olio, sale e pepe

Tagliate l’avocado in due e ricavate la polpa che andrete poi a frullare insieme al succo del lime. A me piace che si senta un po’ di consistenza quindi preferisco non frullarla troppo. Tagliate i pomodorini a pezzetti abbastanza piccoli e metteteli da parte insieme ad un cucchiaino di sale in modo da fargli perdere l’acqua. Dopo un po’ di minuti sciacquateli dal sale e unite alla polpa di avocado. Aggiungete il basilico sminuzzato, un cucchiaio d’olio (poco perchè l’avocado è già abbastanza ricco di suo) ed un pizzico di sale e pepe. Lasciatelo riposare in frigo per circa mezzora, poi servitelo con delle tartine di pane ai cereali croccanti (o con i classici nachos se preferite). Non può mancare una buona birra fresca…

Gucamole_2

Falafel con salsa allo yogurt e menta

Falafel

 

Profumi di spezie e voglia di viaggiare, e dato che per ora non c’è nessun volo aereo previsto, mi diverto a farlo in cucina! Ecco quindi un piatto tipico della tradizione araba: i falafel con il loro inconfondibile profumo di cumino!

Ingredienti:
• 300 gr di ceci
• 1 mazzetto di prezzemolo
• 1 cucchiaio di ricotta
• 1 cucchiaio di yogurt greco
• cumino
• olio di semi
• sale e pepe

Per i ceci avete due possibilità: o comprate quelli in scatola, oppure dovrete metterli in ammollo per una notte intera (almeno). Il procedimento è molto semplice, basta tritare tutti gli ingredienti ovvero i ceci con il prezzemolo, il cumino, un cucchiaio di ricotta ed uno di yogurt greco (questa è una mia aggiunta che non c’è nella ricetta originale). Il cumino ha un sapore molto deciso quindi dosatelo in base al vostro gusto, ma è quello che dà carattere a questo fantastico piatto.
Aggiustate di sale e pepe e iniziate a formare delle polpettine di uguali dimensioni. I falafel vanno fritti in abbondante olio di semi (più olio utilizzate, migliore e più leggera sarà la frittura). Scolatele su un piatto con carta assorbente, asciugatele bene e salate. Esiste sempre l’opzione più light, in forno a 200° per 15 minuti. Normalmente la prediligo sempre, ma in questo caso la versione con la frittura ha davvero una marcia in più.

Per dare un tocco in più al piatto vi consiglio di preparare una salina con yogurt greco, maionese, un pochino di acqua calda e menta tritata.

Falafel_decoration

 

Involtini Primavera My Way

Involtini Primavera

Era da tempo che volevo fare gli involtini primavera. Ci sono ormai quasi ovunque negozietti che vendono cibi etnici e dove si trovano gli ingredienti per fare questo tipo di preparazioni. Io avevo in casa i fogli di pasta di riso che si usano per gli involtini e anche la salsa agrodolce. Entrambi si possono preparare in casa, ma in questo momento devo semplificarmi la vita quindi mi sono occupata solo del ripieno!

Gli ingredienti (per circa 8 involtini):
• 2 carote
• 2 zucchine
• 1 cavolo bianco
• 1 barattolo di germogli di soia
• 8 fogli di pasta di riso
• Salsa alla soia
• Olio di sesamo
• Salsa agrodolce

Tagliate le zucchine e le carote a julienne e fatele saltare in padella fino a quando non diventano dorate e croccanti, aggiungete il cavolo tagliato a listarelle e fate cuocere insieme al resto aggiungendo 3 cucchiai di salsa di soia e qualche goccia di olio di sesamo (ha un sapore deciso quindi regolatevi in base ai vostri gusti personali, a me piace moltissimo quindi ne metto un po’). Quando state ultimando la cottura aggiungete anche i germogli di soia.

Finita la cottura iniziate a comporre gli involtini mettendo un po’ di ripieno sul foglio di pasta che va richiuso a sigaro. Il trucco è posizionare l’impasto verso uno dei bordi, fare un primo giro premendo bene, poi piegare la pasta ai 2 lati e continuare ad arrotolare fino alla fine. per sigillare basta spennellare leggermente il bordo finale con un po’ d’acqua.
Una volta chiusi tutti gli involtini potete cuocerli in forno per 30 minuti a 180° oppure farli saltare in padella con dell’olio di semi.

Serviteli con del riso basmati e sesamo nero e con la salsina agrodolce accanto.

riso basmati