Ratatouille in pastafillo

Ratatouille in Pastafillo

L’ultimo rush finale lavorativo prima delle vacanze ed il primo febbrone di mia figlia hanno lievemente minato la mia vena creativa culinaria, ma la tempesta è passata e quindi…si ricomincia!
Avevo in casa molta verdura e ho pensato di fare una ratatouille un po’ rivisitata, con la pastafillo, che io adoro. In questo modo può essere sia un contorno che un piatto unico.

Ecco che cosa vi servirà:
• 1 peperone giallo
• 1 peperone rosso
• 1 melanzana lunga
• 2 zucchine grosse
• 1 cipolla
• 50 gr di ricotta
• 6 fogli di pastafillo
• 50 gr di parmigiano
• 1 uovo
• pinoli
• basilico

La cosa più lunga è cuocere tutte le verdure che hanno cotture differenti e quindi vanno gestite separatamente. Iniziate con i peperoni, che sono i più lunghi: affettate una cipolla e fatela stufare in una padella con un po’ d’olio e un pochino di acqua, quando sarà diventata ben trasparente aggiungete i peperoni lavati, puliti dalle parti bianche e dai semi e tagliati a pezzetti abbastanza piccoli. Fate cuocere a fuoco basso e con il coperchio per circa un ora. Per non farli asciugare aggiungete un po’ di acqua e mescolate di tanto in tanto. Devono restare belli morbidi.
Proseguite con la melanzana e le zucchine, anch’esse lavate e tagliate a dadini. Fatele rosolare in un’altra padella con un po’ d’olio (io le ho cotte separatamente, ma se avete fretta e non avete voglia sporcare mille pentole potete tranquillamente cuocerle insieme).
Una volta terminate tutte le cotture unite le verdure e salate. In un recipiente unite alle verdure l’uovo, la ricotta, il parmigiano una manciata di pinoli (passati in padella per 5 minuti) e il basilico spezzettato. Aggiustate di sale se necessario.
Foderate degli stampini con 1 foglio di pastafillo che avrete ammorbidito con una spennellata di burro fuso e riempiteli con la ratatouille. Infornate a 180° per 20 minuti circa.

ratatouille in pastafillo_2

Annunci

Tortino di spinaci e feta in pastafillo

Lo spinacio era per gli arabi il Principe degli Ortaggi, ricco di ferro e vitamine e dai mille usi. L’ideale è comprarli freschi, anche se sono noiosi da pulire hanno un sapore decisamente più ricco.
Oggi ho deciso di abbinarli alla feta, fresca e saporita, e di cuocerli nelle cocotte, belle da vedere e comodissime per servire delle monoporzioni. Il tortino di spinaci e feta è ottimo sia come antipasto che come piatto unico. Potete abbinarlo ad un’insalatina di misticanza.

Vi serviranno:
• 1 confezione di pastafillo
• 400 gr. circa di spinaci lessati
• 1 cipolla
• 2 uova
• Feta (io ho usato 2 terzi della confezione, ma a se volete un gusto più deciso potete usarla tutta)
• Parmigiano
• Pinoli
• Sale e Pepe

Tortino Spinaci e Feta_Ingredienti

Cominciamo lessando gli spinaci che andranno poi strizzati in modo da fargli perdere un po’ di acqua. Una volta cotti fate imbiondire una cipolla in una padella con un po’ d’olio e aggiungete gli spinaci. Fateli saltare per qualche minuto fino a quando non si sono insaporiti per bene.
In una ciotola abbastanza ampia versate gli spinaci e unite le uova, la feta, i pinoli (passati in padella), una spruzzata di parmigiano, sale e pepe. Mescolate in modo da amalgamare tutti gli ingredienti.
Prendete le cocotte e foderatele con 5/6 fogli di pastafillo. Tagliate dei quadrati un po’ abbondanti in modo da averne abbastanza per ricoprire poi i tortini.
Riempite ogni cocotte con il composto e richiudete con la pastafillo rimasta in sporgenza. E’ importante dare una spennellata di olio prima di infornare in modo che non risulti troppo asciutta.

Mettete in forno per 40 minuti a 170°.

Tortino Spinaci e Feta